Carico...

L'Audi Gialla, il mistero del Rio delle Amazzoni e la fine di Ricky Gervais: cose molto belle per il vostro fine settimana.

Ciao,

eccoci qui su Link Molto Belli, la rubrica di Prismo che è anche una newsletter ed è anche un portale per l’inferno. Per quanto riguarda la newsletter, potete iscrivervi qui; per l’inferno, non so. Cominciamo con la salva di links.

Durante l'ultima era glaciale l'America del Nord era scema e senza laghi.

Capitolo 1

Perché i manoscritti medievali sono pieni di illustrazioni di conigli giganti e cattivi? La vera domanda è: perché i nostri libri non ne contengono più?

Dal 2009 a oggi più di 50 liste elettoriali italiane hanno presentato lo stesso identico programma. Un caso di copia-e-incolla politico raccontato da The Submarine.

Me IRL.

Le vecchie bandiere dei fanti africani sono molto bene.

Vi ricordate i giorni dell’Audi Gialla, quando il Veneto e mezzo Nord-Est era in ansia per via di una macchina brutta e scatenata? Leonardo Bianchi da Padova ve li ricorda su VICE.

Truly madly deeply.

Il tumblr dell’arte: Institute for Y2K Aesthetics.

La scopa fu perfezionata nel 1797 e un aspirapolvere del 1910 funziona esattamente come uno moderno. La lunga storia di un aggeggio importante.

Laura Spini risponde alla tragica domanda “Cosa diavolo è successo a Ricky Gervais?”.

L’internet musulmano

Come procede l’era dei meme nel mondo arabo? Alla grande, a quanto pare da questa collezione di image macro a tema musulmano in cui materiale occidentale (musica pop, cartoni animati, i meme stessi) vengono remixati arrivando a un incredibile “Spider Imam”. E per quanto riguarda Siri e il suo rapporto con le religioni? È un tema ampio ma una cosa è certa: “L’Islam è una religione centrata sul cuore, ciò vuol dire che Allah distingue la vita organica da quella sintetica.” Sorry, Siri.

Cap. 2

E se i “capelli” di Donald Trump fossero una sofisticata macchina da 60k dollari?

Non sapremo mai dove inizia davvero il Rio delle Amazzoni.

Economia e indotto dell’industria dell’anfetamina in America.

L’uomo che ha imparato a memoria Paradiso Perduto di Milton. Io oggi mi sono dimenticato di fare le spese.

Armi giocattolo.

LEGO sempre più violenti.

Quale rockstar ricorderanno nell’anno 3000? I Beatles? Bob Dylan? O John Philip Sousa?

Valerio Mattioli ha scritto un librone sulla musica italiana, si chiama Superonda.

La nostra settimana

Nel frattempo su Prismo abbiamo parlato di realtà virtuale e videogiochi, visto che a quanto pare ci siamo, e di come il punto di vista personale alla GoPro si sia diffuso dappertutto. Poi MORTE E SOCIAL NETWORK con Porcelluzzee e la sfida continua per trovare il più forte guerriero di Westeros.

Su The Towner, invece, tanti luoghi e tante città! Partiamo con sua maestà Dr. Pira che ci spiega l’importanza della bici e del Giro d’Italia, per passare a Roma e le sue due linee della metro percorse a piedi. Poi Milano, stazione Cadorna, che come saprete è un varco dimensionale, ovviamente. Infine, essere l’ultimo uomo sulla Terra e vivere a Tucson.

Ed è tutto. Ci vediamo la prossima settimana qui oppure nella vostra mail.

Immagine: un quadro di Pieter de Hooch del 1670 nel quale Tim Cook, CEO di Apple, ha visto un iPhone. Davvero.

Pietro Minto
Caporedattore di Prismo, collabora con "La Lettura" del Corriere della Sera e Rolling Stone. Ha una newsletter che si chiama Link Molto Belli.

PRISMO è una rivista online di cultura contemporanea.
PRISMO è stata fondata ad Aprile 2015 all’interno di Alkemy Content.

 

Direttore/Fondatore: Timothy Small

Caporedattori: Cesare Alemanni, Valerio Mattioli, Pietro Minto, Costanzo Colombo Reiser

Coordinamento: Stella Succi

In redazione: Aligi Comandini, Matteo De Giuli, Francesco Farabegoli, Laura Spini

Assistente di redazione: Alessandra Castellazzi

Design Direction: Nicola Gotti

Art: Mattia Rinaudo

Sviluppatore: Gianmarco Simone

Art editor: Ratigher

Gatto: Prismo

 

Scriveteci a prismomag (at) gmail (dot) com

 

© Alkemy 2015